La traccia memoria del volontariato della provincia di salerno


Cap III
I MAGHI LEGATI A SATANA

Maghi legati a SatanaQuella che abbiamo esaminato fino ad ora è la magia che è solo imbroglio, cioè operata da semplici truffatori i quali, l’unico potere che hanno è la chiacchiera e la furbizia. Alcuni di essi, spesso affermano di operare per il bene con spiriti buoni o con quelle che loro chiamano energie o fluidi positivi, mettendo in atto la cosiddetta “magia bianca”. Quando non sono semplici imbroglioni, sono essi stessi strumenti delle forze del male, essendosi consegnati, in realtà, corpo e anima, senza neppure rendersene conto, a quelli che la Sacra Scrittura chiama «demòni» o «spiriti del male», dai quali vengono usati sempre per un fine distruttivo per sè e per gli altri, anche se tale fine non emerge subito. Rientrano in questa categoria, anche molti dei cosiddetti “medium”.

Maghi legati a SatanaVi sono infine maghi che esercitano esplicitamente il culto di Satana. Essi servendosi di formule e ritualità varie, celebrano in gruppo, riti di stregoneria, come ad esempio il sabba, o riti di satanismo, come ad esempio la cosiddetta messa nera, pensando in tal modo di rendersi propizi gli spiriti demoniaci e il loro potere malefico. La Nota Pastorale dei Vescovi Toscani, dal titolo: «A proposito di magia e di demonologia» afferma che “in alcuni casi non si può escludere una qualche partecipazione al gesto magico del mondo demoniaco”. Quindi se è vero che i maghi sono sempre ingannatori, è anche vero che alcuni di essi ingannano con l’azione diretta di Satana, servendosi dei suoi poteri malefici, per cui rivolgersi al mago che non è solo il semplice ciarlatano, ma un operatore di stregoneria o di satanismo, può provocare a una persona danni tali, che si possono rimediare solo con l’intervento degli esorcismi che la Chiesa ha il potere di esercitare nel Nome di Gesù Cristo e per Suo mandato. Non tutti i satanisti di giorno fanno anche i maghi ricevendo clienti, anzi la maggior parte di essi sono degli insospettabili professionisti che lavorano nei posti più disparati della società, alcuni anche con cariche molto influenti e proprio per questo ancor più pericolosi.

Articoli

Halloween è un grande rituale satanico 

L'Associazione Comunita' Papa Giovanni XXIII, fondata da don Oreste Benzi, in riferimento alle celebrazioni di Halloween dichiara quanto segue:Il fenomeno Halloween che viene esaltato nella notte tra il 31 ottobre e il 1° novembre, è un grande rituale satanico. Sappiano tutti i genitori, e tutti coloro che credono nei valori della vita che la festa di Halloween è l'adorazione di satana che avviene anche in modo subdolo attraverso la parvenza di feste e di giochi per giovani e bambini. Il sistema imposto di Halloween proviene da una cultura esoterico-satanica in cui si porta la collettività a compiere rituali di stregoneria, spiritismo, satanismo che possono anche sfociare in alcune sette in sacrifici rituali, rapimenti e violenze. Halloween è per i satanisti il giorno più magico dell'anno e in queste notti si moltiplicano i rituali satanici come le messe nere, le iniziazioni magico-esoteriche e l'avvio allo spiritismo e stregoneria. Attenzione agli educatori e responsabili della società affinché scoraggino i ragazzi a partecipare ad incontri sconosciuti, ambigui o addirittura ad alto rischio perchè segreti o riservati. Mi appello al mondo cattolico perchè non promuova in nessun modo questa ricorrenza dell'inneggiamento del macabro e dell'orrore. L'Associazione Papa Giovanni è impegnata da molti anni sul fronte del recupero delle vittime delle sette occulte attraverso il numero verde 800228866 del servizio antisette. Si rileva il mese di ottobre come un tempo particolarmente propizio per adescare le nuove leve del satanismo. Nella notte tra il 31 ottobre e il 1° novembre si compiono riti satanici in molte chiese sconsacrate e in molti cimiteri. Si rubano le ostie consacrate e si dissacrano i luoghi della nostra tradizione cristiana. Halloween spinge le nuove generazioni ad una mentalità magico- esoterica che ha lo scopo di sovvertire i principi della religione, attaccando il sacro e i valori dello spirito attraverso una subdola iniziazione alle arti e alle immagini dell'occulto. Una cultura della morte viene promossa anche con Halloween dove il mondo dei minorenni è il più a rischio ed esposto. E’ alto il pericolo che un tale appuntamento generi sempre più connivenze con il crimine e con sette spietate e senza scrupoli. Proprio per ricordare il secondo anniversario della morte di don Benzi, la sera del 31 Ottobre, la Comunità Papa Giovanni XXIII, invita tutti i cristiani a scendere insieme sulle strade d’Italia, per pregare e cantare la vita, accanto ai poveri e ai più emarginati.  Ricordiamo le parole di don Benzi, tra i suoi ultimi appelli: “Vogliamo che i nostri figli festeggino il giorno di Ognissanti con i demoni, il mondo di satana e della morte oppure con gioia e pace vivendo nella luce? Esortate i vostri figli dicendo loro: vuoi giocare e divertirti con i demoni e gli spiriti del male o invece scegli di gioire e far festa con i Santi che sono gli amici simpatici e meravigliosi di Gesù?”

Il Responsabile Generale Giovanni Paolo Ramonda

Approfondimenti: Halloween: storia, attualità e proposte - Don Aldo Buonaiuto Il vero significato di Halloween - Don Oreste Benzi (Corriere Romagna di Rimini, ottobre 2007)

 

 

Realizzazione web Sda-Informatica